ASCOLI PICENO – Il sostituto procuratore di Ascoli Piceno Umberto Monti ha affidato al medico legale Pietro Alessandrini e alla dottoressa Sabina Canestrari il compito di effettuare l’autopsia sul corpo di Lidia Di Nicola, la donna scomparsa ad Ascoli dieci giorni fa è ritrovata morta nella mattinata del 30 gennaio sul colle dell’Annunziata.

L’esame autoptico, a quanto riportato dall’Ansa, comincerà nel pomeriggio del primo febbraio nell’ospedale Mazzoni di Ascoli. L’esito sarà determinante per stabilire le cause del decesso, per il quale al momento non c’è alcuna certezza. La Procura ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di istigazione al suicidio. Al conferimento dell’incarico era presente anche il marito della donna morta, Bruno Aloisi.

In Questura intanto si stanno intanto scaricando i file con le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza di una villa poco distante il luogo del ritrovamento del cadavere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)