ASCOLI PICENO – Tappa ascolana per il progetto nazionale “Non fare autogol –  gioca d’attacco contro il cancro” , progetto contro la prevenzione dei tumori rivolta ai ragazzi delle scuole. L’iniziativa,  tenutasi all’Ipsia “Sacconi” è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Coni, dalla Figc e dalla Federazione Medico Sportiva Italiana, vuole sensibilizzare i giovani su un corretto stile di vita sano ed evitare il fumo, la scorretta alimentazione, la sedentarietà, l’abuso di alcool , il doping e i rapporti sessuali non protetti.

Per l’Ascoli Picchio è intervenuto Andrea Petagna che ha parlando agli studenti, ha ricordato che “per fortuna non ho mai fumato, anzi, l’ho sempre odiato, perchè a casa mia fumavano tutti.  Anche per quanto riguarda l’alcool, ne faccio uso con moderazione”. Altro aspetto importante è l’alimentazione: “a colazione mangiamo toast con succo d’arancia, mentre a pranzo, pasta integrale o senza glutine, mentre a cena, carne bianca. Limitiamo l’uso di quella rossa. Ogni tanto mi concedo una cena giapponese, ma anche lì, con moderazione perché c’è molto fritto”.

Anche se nel calcio, i casi di doping sono sporadici ” nel nostro mondo siamo molto controllati, sia durante la settimana che dopo le partite quando vengono sorteggiati due giocatori per i relativi controlli. Penso sia molto importante vincere non barando”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 184 volte, 1 oggi)