ASCOLI PICENO – Il Pm di Ascoli Piceno ha firmato il nulla osta per la sepoltura di Lidia Di Nicola, la donna scomparsa il 22 gennaio scorso e ritrovata morta il 30 al colle dell’Annunziata.

A quanto riportato dall’Ansa, le prime risultanze dell’autopsia incrociate con le indagini della Questura confermerebbero che la donna si è tolta la vita. Non sono fin qui emersi elementi che facciano pensare ad un omicidio. In attesa dei risultati degli esami tossicologici e istologici, resta quello di un gesto volontario lo scenario prevalente: probabilmente la donna, che era già in cura per disagi psicologici, ha assunto dei farmaci per togliersi la vita.

La morte risalirebbe ai primi due giorni dalla scomparsa denunciata dal marito Bruno Aloisi, due giorni dopo aver visto la moglie per l’ultima volta. Anche in passato infatti Lidia si era allontanata da casa, salvo poi farvi ritorno.

La Procura aveva aperto un fascicolo per istigazione al suicidio: un fatto tecnico per poter effettuare gli accertamenti investigativi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.024 volte, 1 oggi)