ASCOLI PICENO – Il Partito Democratico di Ascoli Piceno in una nota “prende atto del lavoro svolto con competenza e serietà da parte del nuovo CDA della Start insediatosi nel gennaio 2015 e ringrazia quanti si stanno impegnando in questo percorso. Un percorso iniziato subito in salita con l'”affaire Start” oggetto delle attenzioni della Magistratura. Oltre a tutto ciò, nel continuare il suo lavoro in questi giorni, il CdA Start dovrà affrontare un passaggio delicato e fondamentale: quello del nuovo CdA della Start Plus. Nel rinnovare queste cariche, come Partito Democratico ci auguriamo che come per la Start vengano utilizzati criteri di razionalizzazione dei costi, trasparenza, competenza e legalità. Riteniamo sia opportuno continuare il percorso di riorganizzazione e risanamento dell’ente senza gravare sulla qualità dei servizi, con l’obiettivo del forte contenimento della spesa.”

Prosegue la nota di Francesco Ameli e Massimo Gaspari, rispettivamente capogruppo in Consiglio Comunale e segretario comunale: “tutto quello che in realtà sarebbe dovuto avvenire già da diversi anni ma che nei fatti si è lasciato invariato con i destrorsi giochi politici di basso profilo che alla lunga hanno generato una situazione gestionale ed economica devastante, che il nuovo Consiglio di Amministrazione sta fortemente contrastando. L’auspicio quindi è quello di proseguire sulla strada del cambiamento anche nella nomina del nuovo consiglio di amministrazione della Start Plus e che, soprattutto, tenga conto quale requisito essenziale quello della competenza. Questa è la direzione da seguire anche sulla Start Plus, con coraggio e determinazione e, a differenza del passato, nel pieno rispetto delle leggi che regolano l’assunzione degli incarichi nelle società partecipate. Ovviamente, tale indicazione che vogliamo esprimere non va solo nella direzione del solo CdA in oggetto, ma vuole essere valida per tutte le partecipate del nostro territorio.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 292 volte, 1 oggi)