ASCOLI PICENO – Claudio Galimberti, chiamato “Bocia”, leader del tifo nerazzurro dell’Atalanta non potrà tornare nella provincia di Ascoli Piceno per tre anni. E’ stato emesso nei suoi confronti un divieto di ritorno. Il motivo non è legato al calcio.

Qualche settimana il “Bocia” era ad Ascoli con amici e durante un controllo effettuato dalle forze dell’ordine nella loro auto, è stato rinvenuto del materiale pirotecnico destinato esclusivamente all’uso da parte di titolari di porto d’armi.

In mancanza di ciò è stato deciso il provvedimento restrittivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 544 volte, 1 oggi)