ASCOLI PICENO – Episodio criminale alle prime ore del 17 febbraio. Personale del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Ascoli Piceno ha tratto in arresto in flagranza di reato un 31enne pregiudicato ascolano evaso dagli arresti domiciliari e colto alla guida di un veicolo rubato. Si è verificato un inseguimento prima del fermo.

Intorno alle 2 una pattuglia dell’aliquota radiomobile, durante un posto di controllo sulla Sp3 Ancaranese nel territorio di Ascoli, ha intimato l’alt a un veicolo. Il conducente dell’auto, alla vista dei militari, ha invertito il senso di marcia e si è dato alla fuga. I militari si sono posti subito all’inseguimento del mezzo (risultato rubato il 13 febbraio ad Ascoli).

Un inseguimento ad alta velocità sulla Sp3 Ancaranese che a causa delle spericolate manovre del fuggitivo ha messo a serio rischio l’incolumità di altri automobilisti che transitavano.

Giunti su una curva, l’ascolano ha perso il controllo del mezzo a causa dell’alta velocità schiantandosi contro un terrapieno. L’uomo è sceso dall’auto ed è scappato a piedi lungo la campagna adiacente ma è stato bloccato dai carabinieri. Il fuggitivo è poi risultato evaso dagli arresti domiciliari un’ora prima del fattaccio.

L’ascolano è stato arrestato e condotto nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.590 volte, 1 oggi)