ASCOLI PICENO – Dopo la bella prestazione di Brescia, i bianconeri non sfoderano una prestazione brillante ma sono decisamente più incisivi. Mangia schiera una sola punta Petagna, a centrocampo Bianchi, Addae e iorgi al centro, Jankto e Almici sulle fasce. Milanovic e Mitrea i centrali difensivi insieme a Del Fabro, e Dimarco libero di agire su tutta la fascia.

Il primo tempo l’Ascoli è padrone del campo ma non riesce a trovare la via del gol, al 5′ Dimarco ci prova dalla distanza ma  il suo tiro di esterno a giro finisce di poco sopra la traversa. Al 10′ si vede il Como, Ganz trova in area a tu per tu con Lanni ma tira sull’eterno della rete. Al 12′  Scuffet salva con i piedi un corner di Jankto indirizzato in rete. poi al  15′ Mitrea ci prova dai 25 metri ma Scuffet in tuffo respinge il pallone sfila sulla linea di porta. Dimarco è sempre un furetto e le sue incursioni insieme a quelle di Jankto mettono in difficoltà i lombardi. 

Nella ripresa però i bianconeri sono decisamente più aggressivi e il gol arriva al 7′, dopo una manovra ripetuta al limite dell’area, Jankto pesca Petagna con un filtrante, l’attaccante solo davanti a Scuffet non sbaglia ed infila di potenza sotto la traversa. Da li in poi perà il Como che non ha nulla da perdere prende campo, importantissimo . I bianconeri però non mollano, Dimarco e Giorgi lasciano il campo infortunati, sostituiti da Benedicic e Carpani. Anche Cacia buttato nelle mischia nell’utlimo quarto risulterà fondamentale per riaprire la manovra offensiva. Petgana sfiora il raddoppio. Negli utlimi minuti tanta sofferenza ma finalmente il picchio torna alla vittoria dopo tre gare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 190 volte, 1 oggi)