ASCOLI PICENO – Si sta svolgendo la conferenza stampa inerente al fermo nei confronti di un pregiudicato dedito alle truffe agli anziani.

Nelle giornata del 24 febbraio gli agenti della Squadra Volante e della Squadra Mobile ascolana hanno proceduto all’arresto di G. T., napoletano di 50 anni, sorpreso mentre si allontanava dall’abitazione (in zona piazza Immacolata) di un anziano di oltre 90 anni appena truffato.

L’uomo infatti appena risalito nella propria autovettura, una Giulietta – Alfa Romeo bianca presa a noleggio a Napoli, è stato bloccato dalla Polizia che si trovava  a transitare nella zona. All’interno del veicolo è stata rinvenuta una scatola di latta per caramelle con piena di svariati gioielli d’oro della vittima.

Il 90enne, subito ascoltato da personale della Squadra Mobile, ha denunciato che in mattinata era stato contattato al telefono di casa da un sedicente “avvocato Rossi” di San Benedetto del Tronto il quale gli comunicava che il figlio aveva provocato un grave incidente e che erano assieme presso la caserma dei carabinieri di Grottammare. L’anziano avrebbe dovuto consegnare ben 5 mila euro affinché il figlio venisse lasciato libero.

Non appena la vittima ha palesato la propria difficoltà a recarsi in caserma il truffatore è andato direttamente alla porta della sua abitazione. L’anziano, preoccupato per le sorti del figlio, è andato in camera e ha consegnato tutti i propri averi tra cui anche 400 euro in contanti e svariati monili d’oro.

L’azione congiunta della Volante della Polizia di Stato e degli uomini della Squadra Mobile ascolana ha consentito di bloccare il truffatore e di arrestarlo prima ancora che si allontanasse dalla zona.

Si stanno svolgendo minuziosi accertamenti volti a capire se l’arrestato si sia reso responsabile di altre truffe verificatesi nell’ultimo periodo sul territorio ascolano.

E’ tenuto presente che l’uomo era in possesso di un documento intestato ad un salernitano, con applicata la sua foto, molto probabilmente per sfuggire ai controlli e quindi alla cattura, stante il fatto che era destinatario di una misura cautelare. L’uomo è stato ristretto in carcere anche in esecuzione di una misura cautelare del G.I.P. del Tribunale di Forlì sempre per una serie di truffe ad anziani.

L’uomo è un 50enne napoletano, alto 173 cm circa,  robusto, con capelli un po’ lunghi castani, viso largo, occhi verdi, ben vestito. Nella giornata del 25 febbraio indossava jeans chiari, scarpe marroni chiare, camicia bianca, spolverino nero sopra ad una giacca grigio chiaro. 

La foto non viene diffusa per non inficiare individuazioni fotografiche da effettuarsi nei prossimi giorni con le varie parti lese che hanno già sporto denuncia.

Si fa appello a tutti i cittadini che sono stati truffati o che credono di essere entrati in contatto con l’uomo a raggiungere gli uffici della Questura di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 959 volte, 1 oggi)