ASCOLI PICENO – A conclusione degli accertamenti condotti dalla Polizia di Stato, il Questore di Ascoli Piceno e Fermo Mario Della Cioppa ha adottato sei provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive. Ovvero il Daspo. Colpiti ultras crotonesi.

I supporter in occasione dell’incontro di calcio Ascoli Picchio – Crotone, valevole per il Campionato Nazionale di serie B, disputatosi il 24 ottobre 2015 allo stadio comunale “Cino e Lillo del Duca”, raggiungevano l’esterno dell’area di pre-filtraggio dell’impianto sportivo (unitamente ad altri sostenitori calabresi) nonostante fossero sprovvisti di titoli di accesso il cui acquisto, giuste previsioni regolamentari, doveva essere obbligatoriamente perfezionato per il medesimo settore entro le ore 19 del giorno precedente alla partita e conseguentemente, non  veniva consentito loro l’accesso da parte del personale steward preposto ai relativi controlli.

Pochi istanti prima dell’inizio della partita un congruo numero di ultras crotonesi, già entrati nell’impianto e regolarmente collocatisi all’interno della curva nord loro riservata, improvvisamente abbandonava il posto assegnato e, dopo aver aperto un varco di emergenza dotato di maniglione anti-panico, si portava all’esterno della curva nell’area prefiltraggio. Giunti innanzi al relativo cancello ne azionava anche qui il dispositivo di apertura di sicurezza così da consentire l’ingresso presso il settore ospiti ai restanti supporters privi di biglietto, bypassando i tornelli di controllo, grazie al primo varco di emergenza lasciato appositamente aperto nel corso del blitz.

Per i fatti in questione sono stati emessi i seguenti DASPO a:

F. P. 32enne di Crotone – DASPO anni 5 e prescrizione anni 5, convalidata dal G.I.P. del tribunale di Ascoli Piceno, poiche’ recidivo (DASPO anno 2003 );

S. R. E. 33enne di Crotone – DASPO anni 3 prescrizione anni 1, convalidata, con precedenti di polizia per reati inerenti le manifestazioni sportive;

P. G. 33 enne DASPO anni 5 e prescrizione anni 5, convalidata, poiche’ recidivo (DASPO anni 2003 e 2012 );

I. S. 36 enne di Crotone il 03.08.1980 – DASPO anni 3;

S. G. 36 enne di Crotone – DASPO anni 1;

P. P. 26 enne di Crotone – DASPO anni 1;

Sono stati denunciati dall’Ufficio Digos alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno per la violazione degli art.6 bis Comma 2 e 6 quater della legge 401/89, le cui sanzioni sono state ulteriormente inasprite con le modifiche apportate dalla legge 17 ottobre 2014 nr. 146, recante disposizioni urgenti in materia di contrasto a fenomeni di illegalità e violenza in occasione di manifestazioni sportive. La pena prevista va dai sei mesi ai cinque anni di reclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.462 volte, 1 oggi)