ASCOLI PICENO –  Il primo a presentarsi in sala stampa dopo la gara è  Mister Mangia: “non siamo partiti bene. Nella prima mezz’ora il vantaggio del Modena era meritato, poi siamo stati bravi a girare la partita, per noi è andat bene. Non è scontato vincere in inferiorità numerica. Il problema era aver cambiato tanti giocatori da una partita all’altra e averci lavorato sopra in così poco tempo. Un ringraziamento al settore giovanile, i ragazzi sono bravi e in gamba e  meritano molto.  Sapevamo di sfruttare certe situazioni e ci siamo riusciti, davvero complimenti a tutti. La continuità è aspetto fondamentale, adesso abbiamo una partita in casa di una squadra fortissima e vedremo di recuperare presto le energie. Buon lavoro dello staff medico per aver recuperato Petagna influenzato . Continuiamo a non guardare la classifica ma è stato importante vincere uno scontro diretto. Stiamo migliorando sotto diversi punti di vista. Jankto ha ancora molti margini di miglioramento, peccato per la sua ammonizione gratuita, deve ancora imparare.”

Il mister del Modena Hernan Crespo:  “abbiamo giocato bene in uno stadio difficile, con un pubblico caldo, noi siamo stati in grado di calmare il fervore passando in vantaggio e se fossimo andati sul 2-0 potevamo chiudere, Cacia bravo a ottenere il rigore, non l’ho visto ma mi dicono che c’era tutto. Siamo rimasti in dieci e se non lo fossimo stati potevamo giocarcela. Sono state due trasferte delicate. Nella prossima partita abbiamo uno scontro diretto contro il Livorno molto importante per noi”

Il bomber di giornata, Daniele Cacia: “speravo di essere più presente sotto l’aspetto realizzativo, mi aspettavo di più e adesso spero in una continuità.Il secondo gol è stato molto bello e  avendo visto aprire lo spazio dietro grazie a Jankto sono riuscito a segnare cercando l’angolo migliore per colpire. Mancavano giocatori importanti, ma siamo questi e dobbiamo andare avanti così. Faccio i complimenti a Canini e mi è dispiaciuto leggere critiche nei suoi confronti,verso un giocatore che ha fatto 200 presenze in serie A. Possono capitare degli errori e a lui ci tengo e vorrei che ritrovasse la serenità giusta. Tra il primo e il secondo tempo sono cambiate le dinamiche, la partita si era messa male e abbiamo sbagliato anche delle cose semplici ma abbiamo ribaltato un risultato a nostro sfavore. Bisogna fare un applauso a tutti e continuare così. Quando faccio le cose è perché le sento, non mi piacciono le ruffianerie e a volte risulto antipatico, ma io sono fatto così. Oggi ho voluto ringraziare i tifosi . Loro sono sempre con noi e meritano ringraziamenti e mi sono stati sempre vicini. Stasera è stato il momento giusto e la serie B si conquista adesso. Il Crotone non viene da un momento esaltante ma noi faremo la nostra gara.”

L’ex della gara, Riccardo Nardini: “finchè eravamo 11 contro 11 abbiamo giocato bene e meritavamo qualcosa in più e purtroppo la partita è cambiata con l’espulsione.  Abbiamo avuto due trasferte difficili e speravamo di portare a casa qualcosa, ma in dieci abbiamo sofferto troppo. Il campionato ancora difficile, la  nostra prossima gara con il Livorno diventa fondamentale. Con due vittorie e due sconfitte consecutive può cambiare tutto. Mi trovo bene anche con il 4-3-3. Mi ha fatto piacere l’applauso dei tifosi, vuol dire che hai lasciato un buon segno anche come persona.”

Infine il centrocampista Tommaso Bianchi: ” la partita è iniziata in salita, siamo andati in confusione e loro hanno avuto due occasioni importanti. Cacia le ha finalizzate molto bene . Noi stiamo dando continuità e sta aumentando l’entusiasmo.  Adesso andiamo a Crotone a fare punti ma sarà molto difficile. Era tanto che non giocavo due partite intere consecutivamente e sto acquisendo fiducia , sto migliorando e mi sento bene”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)