ASCOLI PICENO – Nottata di lavoro, quella tra il 4 e il 5 marzo, per i carabinieri. Ad Ascoli Piceno i militari sono intervenuti presso il polo sportivo di Monterocco dove, intorno all’una, quattro persone stavano tentando un furto in danno di alcune macchinette di distribuzione di bevande ed alimenti posizionato all’interno del plesso degli spogliatoi.

Già da tempo i carabinieri sono impegnati in una serie di controlli, nelle ore notturne, di scuole e centri di aggregazione che ultimamente sono stati oggetto di piccoli atti di vandalismo e teatro di piccoli furti. In particolare le zone di Porta Maggiore e Borgo Solestà sono entrati nel mirino di piccoli gruppi di ragazzi che mettono a soqquadro i principali centri di aggregazione rompendo vetri, rovesciando fioriere e dedicandosi alla forzatura delle macchinette di distribuzione automatica.

Anche in questo caso ad essere oggetto della morbosa attenzione dei ragazzi erano state le macchinette distributrici di alimenti posti all’interno degli spogliatoi del campo sportivo di Monterocco.

Infatti i ragazzi si sono introdotti all’interno degli spogliatoi e con forza e violenza hanno cercato di scassinare i distributori. All’arrivo dei carabinieri di Ascoli Piceno i quattro hanno cercato di fuggire ma sono stati immediatamente raggiunti e fermati sulla Circonvallazione Ovest.

Quella che inizialmente poteva sembrare una bravata notturna si è in realtà dimostrata un comportamento pianificato e non certo frutto di improvvisazione.

All’interno dell’autovettura, condotta dall’unico maggiorenne del gruppo, sono stati trovati gli arnesi da scasso (nello specifico due martelli di acciaio temprato) segno che l’incursione all’interno del polo sportivo non rappresentava il “passatempo” di una serata noiosa ma una attività quantomeno pianificata.

Infatti mentre il maggiorenne li attendeva in macchina pronto a partire, tant’è che i quattri hanno tentato una futile fuga, i tre minorenni sono entrati nel plesso e, a suon di martellate, hanno forzato le macchinette. Uno dei tre minorenni si era addirittura appostato per fare da palo e allertare i due all’interno.

La concitata nottata si è conclusa con l’arresto di F.R., 20enne originario di Folignano, e con il deferimento dei tre minorenni tutti residenti ad Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)