ASCOLI PICENO – In questo tempo sempre più invaso da problematiche economiche che modellano il comportamento umano facendo perdere quello spazio ricreativo rigenerante per la mente, di cui si necessita per accrescere l’intelletto attingendo dalle varie forme che la cultura può assumere: l’arte, la musica, la letteratura, la scrittura, la lettura, il teatro, i viaggi.

L’uomo oggi a fatica si concede “il lusso” di una frazione temporale per foraggiare la mente e lo spirito con un libro, una mostra d’arte, un concerto, uno spettacolo teatrale, un dibattito filosofico-culturale. Non è educato a tutto questo, chi lo fa lo ha assimilato con i propri studi e con la volontà di aprire la mentalità e andare oltre il quotidiano.

Il progredire scientifico in ambito pedagogico ha portato una ventata di aria nuova nei comportamenti educativi mettendo in luce i benefici degli approcci all’arte fin dai primi anni di età. I bambini hanno una spiccata capacità di apprendimento e di creatività innata che, se assecondata, andrà a sedimentarsi nella formazione complessiva dell’adulto ampliandone le conoscenze.

Musicandia, associazione ascolana all’interno del Pio Istituto del Sacro Cuore di Gesù (http://petea0.wix.com/musicandia-scuola#!il-metodo/c1c90), offre ai bimbi quello spazio educativo che necessitano per sviluppare le loro attitudini artistiche o anche semplicemente per giocare, atto fondamentale nella crescita di tutti i bambini. Le proposte spaziano tra musica, canto, ballo e teatro e, in particolare, Musicandia presenta il progetto “Nati per la Musica – Marche” rivolto ai bambini dai 0 ai 36 mesi.

Due incontri, sabato 12 marzo e domenica 13, in cui insegnanti, bambini e genitori collaboreranno sulle basi del metodo di Edwin E. Gordon della Music Learning Theory (http://www.playando.org/it/Che_cose_MLT.html).
Questo progetto nazionale si attiva grazie alla partecipazione del Comune di Ascoli, dell’associazione Soroptimist Ascoli, Lions Ascoli Piceno Host Club e l’associazione AIED – Associazione Italiana per l’Educazione Demografica.
Valentina Di Emidio,
insegnante a Musicandia e portavoce del progetto, ha spiegato l’importanza dell’ascolto della musica già dai primi mesi di vita del bambino: “Il momento più bello sarà quello di domenica 13 con il concerto di musica per bambini così piccoli. Sarà un momento prezioso di scambio tra genitori e figli”.

Le due giornate saranno seguite da Arnolfo Borsacchi formatore Audiation Institute (http://www.audiationinstitute.org/), l’istituto formativo del metodo Gordon con corsi per musicisti e insegnanti di musica riconosciuti dal MIUR.

Ospite Francesca Staibano referente Nati per la Musica – Umbria

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 172 volte, 1 oggi)