ASCOLI PICENO – Era ormai attesa da tempo la  nomina di Cardinaletti come A.D. del Picchio e oggi nella sede dell’Ascoli Picchio  il patron bianconero Francesco Bellini, dopo il cda in società ha ufficialmente presentato Andrea Cardinaletti.

Francesco Bellini, lo ha presentato così:”  Tosti si è rifiutato di farlo e ho chiamato lui. Cardinaletti prende il mio posto e ci consulteremo insieme. L’ascoli non ha debiti ma quest’anno perdo 4 mln di euro. Lovato, sarà un coordinatore, continua a fare il suo compito cosi come Marroccu. Faraotti non ha tempo e spesso non c’è. Tutti si rapporteranno a lui. Sarà A.D. tra 3-4 mesi, adesso è Consigliere consulente con una procura speciale per tutto quello che faccio io ,  ha grande esperienza nel campo finanziario  e sportivo. Andrea sarà accettato da tutti.  Saremo entrambi a Vercelli, molti mi hanno parlato bene di lui e ha un modo di fare molto pacato, è uno operativo. Sarò qui ogni due mesi , ci dobbiamo salvare a tutti i costi. Non stiamo facendo male ma dobbiamo proseguire bene.  ”

Le prime parole di Cardinaletti: “Ho conosciuto i consiglieri e son soddisfatto del progetto e di tutti quelli che amano l’Ascoli e hanno come obiettivo comune il bene dell’Ascoli. Ho incontrato bellini diverse volte ed era importante capire le visioni che abbiamo. Su queste visioni ci siamo intesi e dobbiamo giocare sempre per vincere. Credo che il successo non prescinde dall’armonia tra le componenti. Bellini non si è rivolto a me perché c’era qualcosa che non va, ma
per il desiderio di fare meglio. Venivo sempre a vedere la partita qui, sono legato ad Ascoli, per me è come il
Real Madrid. Mi definisco un maestro d’orchestra più che supervisore.  Qui non siamo in un congregazione, è un’impresa e dobbiamo funzionare come tale. dobbiamo essere efficienti e capaci di migliorarci. Quando non vuoi migliorarti, stai a casa, per me è una sfida professionale molto importante. A Palermo mi sono convinto che una squadra deve avere un’organizzazione eccellente. Di figure come Bellini non ce ne sono. Dobbiamo gestire questo patrimonio importante. Tutto deve essere migliore..”
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 218 volte, 1 oggi)