CASTEL DI LAMA – Episodio criminale nella tarda serata del 20 marzo. Con l’accusa di rissa aggravata e lesioni i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Ascoli Piceno e della stazione di Castel di Lama hanno arrestato tre nordafricani di 27, 24 e 23 anni protagonisti di una violenta rissa a colpi di arma da taglio e bottiglie rotte.

A quanto riportato dall’Ansa, probabilmente l’eccessiva assunzione di alcool è all’origine del violento alterco che ha avuto un preambolo fra due degli arrestati intorno a quasi mezzanotte rendendo necessario l’intervento dei carabinieri chiamati dai vicini di casa.

Sembrava tutto rientrato ma intorno all’1.30 una nuova chiamata è arrivata ai militari dell’Arma che una volta sul posto hanno trovate i tre feriti in varie parti del corpo e sangue in tutta la casa. Non hanno voluto rivelare i motivi della lite.

Sono stati medicati per ferite guaribili fra 5 e 15 giorni e poi rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto.

I tre sono regolari sul territorio nazionale e svolgono l’attività di ambulanti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 729 volte, 1 oggi)