ASCOLI PICENO – Anche l’artista ascolano Andrea Tarli ha voluto dare il suo contributo a sostegno del SI al referendum del 17 aprile, contro le trivellazioni, realizzando uno stupendo murales nello splendido paesaggio delle nostre colline a Colli del Tronto, in località La Rocca.

Il Comitato No Triv:”Con il suo talento, ormai riconosciuto a livello internazionale, ha disegnato una visione possibile di quello che potrebbe accadere nel nostro mare Adriatico se non cambiamo rotta, fermando le trivellazioni. Quest’opera, ideata e voluta dal nostro Comitato, è stata sostenuta anche dall’amministrazione di Colli del Tronto che ha celermente rilasciato i permessi necessari, ma soprattutto è stata resa possibile con il contributo delle seguenti Associazioni che operano nel nostro territorio: 7-8 CHILI di Offida, BABAZUF di Castel di Lama, BLOB di Castorano, FRAMMENTI di Appignano del Tronto, IL FORMICHIERE di Colli del Tronto, alle quali va il nostro ringraziamento.”

“Un ringraziamento particolare va all’artista che, attraverso il disegno, ha saputo con immediatezza inviare a tutti il giusto messaggio; difendiamo il nostro territorio, difendiamo il nostro mare, difendiamo il nostro futuro. E per fare questo, aggiungiamo noi, il 17 aprile andiamo a votare SI per fermare le trivellazioni, facciamo capire a chi ci governa che questa politica energetica basata sulle fonti fossili è sbagliata, è quella degli anni cinquanta, è quella che sta portando il nostro Pianeta al punto di non ritorno, gli effetti negativi sul clima li vediamo ogni giorno. Ce lo chiede il Mondo, ce lo ha chiesto la Conferenza ONU sul clima tenutasi a Parigi lo scorso dicembre, e l’Italia, insieme con altri 194 Paesi, ha risposto si, sottoscrivendo uno storico impegno a contenere la febbre della Terra entro 1,5 gradi, perseguendo con chiarezza e decisione l’abbandono dell’utilizzo delle fonti fossili e puntare su quelle rinnovabili, fermare le trivelle vuol dire essere coerenti con questo impegno. Ma ce lo chiedono, soprattutto, i nostri figli ai quali abbiamo il dovere di lasciare un Pianeta pulito e un futuro vivibile.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 461 volte, 1 oggi)