Si è conclusa nella giornata del 19 Marzo la nostra Consultazione Straordinaria degli Iscritti, indetta per discutere la proposta di Carta dei Diritti Universali del Lavoro, ovvero il Nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori. L’obiettivo è ambizioso: far diventare la Carta una legge d’iniziativa popolare per ridare dignità a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici.

“Abbiamo svolto 162 assemblee in tutto il Piceno, coinvolgendo i lavoratori iscritti in tantissime aziende del territorio, discutendo con loro della Carta dei Diritti Universali del Lavoro. Abbiamo discusso anche insieme al Segretario Generale della Cgil Nazionale Susanna Camusso che è venuta a farci visita in due di queste assemblee, quelle tenute alla Tod’s e alla Pfizer, e al Segretario Generale della Cgil Marche Roberto Ghiselli.”

Il risultato dello sforzo di coinvolgimento è stato straordinariamente positivo: nella provincia di Ascoli Piceno hanno partecipato al voto 5 mila e 800 iscritti alla CGIL, quasi il 30% degli iscritti complessi alla Cgil. La percentuale arriva quasi al 50% se consideriamo solo gli iscritti attivi.

“La percentuale è straordinariamente positiva, e ci da uno spaccato di un coinvolgimento della struttura tutta, dai precari ai pensionati, dai disoccupati ai lavoratori di tutti i settori. Hanno partecipato al voto tutte le categorie di lavoratori della Cgil, con un coinvolgimento orizzontale che ha riguardato tutti in maniera omogenea. Le assemblee svolte in tutti i territorio, fuori dai tradizionali luoghi di lavoro, sono state uno strumento importante per coinvolgere tantissimi iscritti disoccupati e precari, che hanno trovato nelle proposta della Carta dei Diritti Universali del Lavora delle valida risposte ai problemi che affrontano quotidianamente. La percentuale di favorevoli sui quesiti proposti è stata superiore al 99%, confermando quanto già ci era chiaro: questo Governo non ha il supporto dei lavoratori. Nelle prossime settimane, forti del supporto quasi unanime dei nostri iscritti, inizierà la fase di raccolta firme, che proseguirà per alcuni mesi, per dare forza e concretezza alla nostra proposta di legge, per riscrivere il diritto del lavoro e rendere legge la Carta dei Diritti Universali del Lavoro. “

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)