Il Torneo di Viareggio ha sempre rappresentato una vetrina importante per il calcio giovanile, tanti i talenti che hanno calcato quei campi prima di approdare in serie A. negli ultimi anni impossibile dimenticare un giovane Giovinco nelle fila della Juventus primavera o ancora un giovanissimo Pirlo, appena sedici anni nelle fila del Brescia che già dimostrava tutta la sua personalità. Altri sono passati senza poi lasciare traccia nel calcio che conta nonostante fossero dei veri talenti,  come Chiumento, sbarcato poi in Svizzzera.

L’Ascoli di Di Mascio ha conquistato tutti per le belle prestazioni prestazioni, fiore all’occhiello il giovane Orsolini, che l’anno scorso con Petrone debutto anche in Lega Pro. Il giovane talento bianconero su cui ha messo gli occhi la Juventus, racconta così la sua esperienza.”Viareggio è stata davvero importante ed un’esperienza bellissima eliminazione non certo attesa, noi ci credevamo ma sappiamo di essere comunque una grande squadra. Noi abbiamo espresso un buon calcio. C’è forte rammarico per l’eliminazione dopo una vittoria importante. Devo migliorare molto e lavorare tanto e solo grazie a questo che potrò avere buone prospettive future.”

“Con mister Di Mascio  c’è un buonissimo rapporto e stiamo raccogliendo i frutti di un ottimo lavoro. Abbiamo i play-off come obiettivo stagionale e ce la metteremo tutta, ma per come sta andando la stagione, sono veramente orgoglioso di questi risultati”.

Mister Mangia è un’ottima persona e mi consiglia moltissimo. Io cerco di trarre il massimo da queste situazioni per migliorarmi sempre. Sicuramente la prima squadra ha la salvezza a portata di mano e secondo me si può benissimo arrivare ad una salvezza tranquilla

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)