ASCOLI PICENO – Si è svolta, presso la “Sala assaggio oli” della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, la consegna degli attestati ai partecipanti al Corso per l’Idoneità all’Assaggio dell’Olio Vergine di Oliva, organizzato da Aprol Marche in collaborazione con UnaProl, gli esperti assaggiatori aderenti a “Flavor – culturadigusto”, l’Agea, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, previa autorizzazione del Servizio Agricoltura della Regione Marche.

Il corso, della durata complessiva di 35 ore, si è tenuto tra il 14 e il 22 marzo. Nel giugno scorso – ricorda il Presidente camerale Gino Sabatini – avevamo promesso il ripristino della Sala Assaggio degli Oli: lo riteniamo un tassello importante per il recupero di una cultura dell’olio di qualità, legato a doppio filo con la valorizzazione dell’oliva tenera ascolana, proprio per ospitare corsi utili a creare degli assaggiatori professionali. Il fatto che tra i corsisti, che hanno ricevuto gli attestati, vi siano tanti ragazzi provenienti dalle province di Ascoli Piceno e Fermo avvalora l’idea che la strada della riscoperta delle tradizioni sia vincente.

“Ringrazio il Presidente Sabatini – ha dichiarato Cristiano Contisciani, coordinatore del corso – per lo sforzo fatto per valorizzare l’olio della nostra provincia riattivando, dopo un decennio, la Sala assaggio oli con questo corso. Siamo felici per l’entusiasmo dei giovani partecipanti che ci serve da stimolo per ripetere questa esperienza.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 359 volte, 1 oggi)