ANCONA – Ammonta a 480 euro il costo annuale dell’acqua nelle Marche, rispetto ai 376 euro di media nazionale. A quanto riportato dall’Ansa la più cara in Regione è la provincia di Pesaro Urbino (585 euro), la più economica Ascoli Piceno (398 euro). 

Questi i dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva che per l’undicesimo anno consecutivo ha analizzato i costi sostenuti dai cittadini per il servizio idrico integrato nel corso del 2015.

Le Marche si collocano al secondo posto, dopo la Toscana, per le tariffe più elevate. Va meglio per quello che riguarda la dispersione: la regione registra un valore più basso della media nazionale, 19% rispetto al 33%. Macerata virtuosa con solo il 9% di acqua dispersa, la peggiore è Pesaro (30%).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 114 volte, 1 oggi)