CASTEL DI LAMA – I Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale XXIII – Appignano del Tronto, Castignano, Castorano, Castel di Lama, Colli del Tronto, Offida e Spinetoli – vorrebbero maggiori delucidazioni rispetto ai pericoli per l’Ambiente e per la salute in seguito all’incendio avvenuto all’Italpannelli lo scorso 29 marzo. I sindaci dei Comuni interessati – Sara Moreschini, Fabio Polini, Daniel Claudio Ficcadenti, Francesco Ruggieri, Andrea Cardilli, Valerio Lucciarini e Alessandro Luciani – chiedono al Dipartimento Provinciale Arpam di Ascoli Piceno che i territori che amministrano siano inclusi fra quelli da analizzare, tramite campionature, esami e monitoraggi, e di essere costantemente informati sui risultati.

“La nostra preoccupazione e quella di un’intera vallata– sottolineano in coro i Sindaci – riguarda il reale effetto che questa nube di fumi, derivante da combustione di materiali industriali, possa, eventualmente, aver provocato nell’aria, nell’acqua, nei suoli, sulle culture biologiche e non, e sugli allevamenti nel nostro territorio”.

I Sindaci dei Comuni distanti pochi chilometri dal luogo dell’incendio dell’Italpannelli di Ancarano, una volta allertati dalla prefettura, si erano subito mobilitati per comunicare alla popolazione, in via precauzionale, “di restare in casa e di chiudere porte e finestre”, utilizzando i siti istituzionali, i social network, la fonica e i volontari comunali della protezione civile. Ora rimangono in attesa di una risposta da parte dell’Arpam.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 274 volte, 1 oggi)