ASCOLI PICENO – Il Consorzio del Bacino Imbrifero del Fiume Tronto di Ascoli  offre a dieci imprese del settore agroalimentare, con sede legale e operativa in uno dei Comuni facenti parte del Consorzio, la possibilità di partecipare gratuitamente alle tre giornate del corso “I must per competere nel mercato agroalimentare”, realizzato da Marchet – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona in collaborazione con il Centro Agroalimentare Piceno e facente parte dell’Executive Master “International Business Management”. È il frutto dell’accordo di collaborazione tra Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona, il Consorzio Bacino Imbrifero del Fiume Tronto e il Centro Agro-Alimentare Piceno in nome della formazione e dell’internazionalizzazione.

L’azienda speciale della Camera di Commercio di Ancona organizza e gestisce da alcuni anni, infatti, un Executive Master dal titolo “International Business Management”, rivolto a imprenditori e manager di imprese marchigiane che hanno già intrapreso o stanno intraprendendo percorsi di sviluppo internazionale e a professionisti interessati ad approfondire le tematiche oggetto del corso. Grazie all’accordo, quest’anno per la prima volta, il percorso di specializzazione del master si arricchisce di un modulo extra dal titolo “I must per competere nel mercato agroalimentare”, distinto e autonomo, che si comporrà di tre giornate formative: la prima sul tema “Marketing e Comunicazione nel settore agroalimentare”; la seconda sul tema “Logistica e Supply Chain nel settore agroalimentare”; la terza sul tema “Certificazioni ed etichettature nel settore agroalimentare”.

Il master “International Business Management” si rivolge a manager, imprenditori, responsabili di funzione di aziende marchigiane e a liberi professionisti e si terrà ad Ancona, presso la Camera di Commercio. È l’occasione per sviluppare conoscenze e capacità oggi indispensabili per operare efficacemente in contesti economici internazionali e per svolgere funzioni manageriali in aziende con spiccata propensione all’export. Circa 4.000 tra imprenditori, manager, operatori o giovani laureati, hanno partecipato alle attività formative.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)