ASCOLI PICENO – Approda anche ad Ascoli l’iniziativa della Lega B, volta a combattere le frodi nel mondo del calcio. L’Ascoli Picchio  ha aderito sia con prima squadra che con la Primavera e gli Allievi Nazionali,  al tour“Regoliamoci – le regole del gioco pulito” .

All’incontro fromativo Presenti all’incontro Gianluigi Pocchi, coordinatore piattaforma per la Responsabilità Sociale della Lega B, il collaboratore per i progetti Integrity della  Lega, Simone Farina, il direttore generale Federbet Francesco Barancae il responsabile marketing dell’Istituto di Credito Sportivo Alessandro Bolis. 

L’AD bianconero, Andrea Cardinaletti, ha dichiarato: “ I principi di questo sport devono rimanere sani”.

Le 22 tappe del Tour rappresentano anche un’occasione per rilanciare l’invito al Governo di portare avanti la propostadella Lega B – già fatta propria in via preliminare dal Consiglio dei Ministri lo scorso 3 settembre – relativa all’inasprimento delle pene per i soggetti colpevoli di frode sportiva e raccolta abusiva di scommesse, che prevede il sequestro preventivo finalizzato alla confisca, anche per equivalente, dei beni che costituiscono il profitto della condotta illecita e la responsabilità anche in sede penale per le Società. L’invio di tale proposta o di un veicolo legislativo proprio da parte del Governo in Commissione Giustizia di Camera e Senato, con il presupposto che possa essere approvato, darebbe un contributo straordinario al contenimento dei rischi legati al match fixing.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 122 volte, 1 oggi)