ASCOLI PICENO – La partita  contro il Cagliari di Massimo Rastelli, in programma sabato 9 aprile alle 15:00 al Del Duca, non è certo un pass salvezza, i sardi sono una delle squadre che gioca il più bel calcio della serie B e nonostante il grave infortunio di Melchiorri ha un attacco stellare, Farias e Sau sono di categoria superiore e daranno filo da torcere ai difensori bianconeri. Cagliari che negli ultimi giorni ha presentato il progetto per lo stadio di proprietà, un gioiello da 55 milioni di euro, con 21 mila posti al coperto che potrà ospitare le competizioni Uefa, qualificazioni Mondiali, Europei e Olimpiadi e di certo l’ambizione a tornare subito in A è tanta e l’impresa è a portata di mano.

L’Ascoli viene da un’ottima prestazione, quella di Perugia, che ha risollevato gli animi, l’Ad Cardinaletti in settimana ha sostenuto la squadra convito della tranquilla salvezza, quella che tutti i tifosi si augurano di raggiungere al più presto.

Per altro proprio la difesa sarà il grattacapo più grande per Mister Mangia che non avrà a disposizione tutti i titolari, Pecorini, Canini, Almici hanno lavorato a parte, insieme a Giorgi, Canini però grande ex della sfida dovrebbe essere in campo. Una statistica interesssante riguarda la fase centrale dei match, l’Ascoli ha subito 12 gol nella fase centrale di primo tempo, dal 16’ al 30’, squadra più distratta nel periodo dopo 34 turni della Serie B 2015/16. Nello stesso periodo di gara il Cagliari è una delle due formazioni più prolifiche della Lega B: 10 centri, come il Pescara.

Cagliari senza Maelchiorri e Ceppitelli, che sarò sostituito da Krajnc, torna dopo 5 mesi di assenza Capuano. Una vittoria invece per il Cagliari è vitale per la serie A, dopo la sconfitta con lo Spezia, il Crotone rimane in vetta a quota 70 a sole due lunghezze. Il tecnico rossoblù Rastelli, ha le idee chiare sull’Ascoli, nulla è scontato: “Ha giocatori interessanti come Jankto e Di Marco. In avanti Cacia e Petagna sono dei pericoli costanti, in più hanno aggiunto questo ragazzo molto promettente, Orsolini, capocannoniere del campionato Primavera. I loro centrocampisti sono bravi negli inserimenti. Il limite è la mancanza di continuità nelle prestazioni. Se l’Ascoli lotta per la sopravvivenza, la Serie A è la nostra sopravvivenza, dunque siamo alla pari. Vincerà chi avrà più fame”.

Sono 21 i giocatori convocati dal tecnico  per la trasferta di Ascoli:  Colombo, Rafael, Storari, : Balzano, Barreca, Capuano, Krajnc, Murru, Pisacane, Salamon, Cinelli, Deiola, Di Gennaro, Fossati, Joao Pedro, Munari, Tello, Cerri, Farias, Giannetti, Sau.

Ad arbitrare il match della 14^ giornata di ritorno sarà Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo.A coadiuvarlo saranno Damiano Di Iorio di Verbania e Pietro Dei Giudici di Latina. Quarto Uomo Valerio Marini di Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)