ASCOLI PICENO – Sfioramenti nelle parti intime, parole che un insegnante non dovrebbe mai pronunciare in presenza di una allieva: con l’accusa di violenza sessuale un docente di un istituto superiore di Ascoli Piceno è comparso nella mattinata del 13 aprile a processo in Tribunale.

A quanto riportato dall’Ansa, a denunciarlo era stata la madre della studentessa che aveva raccontato a casa che l’insegnante più volte le avrebbe toccato seno e gambe, rivolgendole espressione imbarazzanti.

”Avevamo segnalato i fatti prima alla scuola e alle insegnanti: tutti sapevano, ma nessuno ha fatto nulla” queste sono le parole riportate dall’Ansa della madre della ragazzina confortata dalla rappresentante di classe che ha portato la vicenda all’attenzione della scuola.

Il dirigente scolastico ha precisato che, dopo aver parlato con il docente indagato, nessuno si sarebbe più lamentato di lui, e ha quindi considerato il caso come rientrato senza la necessità di adottare provvedimenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 674 volte, 1 oggi)