ASCOLI PICENO – Ascoli sta per tornare capitale del fritto, è già perchè manca davvero poco alla dodicesima edizione del Fritto Misto che quest’anno si svolgerà dal 22 aprile al 1° maggio. Si è tenuta questa mattina la conferenza di presentazione della prossima edizione che vedrà ancora in Piazza Arringo le prelibatezze italiane e di tutto il mondo. In amore vince chi frigge, è il claim dell’edizione 2016, organizzata da Tuber Communications e dall’agenzia Sedicieventi, con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ascoli Piceno, il supporto della Camera di Commercio di Ascoli Piceno e la collaborazione di numeroseassociazioni di categoria del territorio.

All’interno del Palafritto, il percorso di assaggi che attraversa tutto il mondo e  utilizzando anche la Fritto Card, la carta servizi ufficiale di Fritto Misto ci saranno anche tanti sconti e  omaggi.

Dall’Oliva tenera ascolana Dop ai Bitterballen olandesi, dai Pasteis de Bacalhau portoghesi allo gnocco fritto di Modena,ci sarà anche la rassegna Nazionale degli Oli Monovarietali, promossa da ASSAM e Regione Marche, una delle novità della manifestazione che   ospiterà in anteprima la presentazione delle nuove annate dell’Offida Docg e Rosso Piceno Superiore, grazie alla collaborazione con Piceno Open – Vinea Qualità Picena.

Special guest di Fritto Misto 2016 sarà Andy Luotto, che si esibirà in spettacolari cooking show utilizzandoLe Farine Magiche del Gruppo Lo Conte, main sponsor della kermesse. Errico Recanati, Daniele Citeroni, Aurelio Damiani, Enrico Mazzaroni, Rosaria Morganti, e Sabrina Tuzi, fra gli Chef più apprezzati del panorama culinario nazionale, saranno invece attesi ospiti dell’area Vini e Street Food di Marca gestita dal Consorzio di Tutela Vini Piceni che firmerà anche l’Enoteca.

Da anni ormai la kermesse non è stata solo l’occasione per assaggiare  i fritti da tutto il mondo ma anche un momento dii interessanti appuntamenti informativi proposti dalla Regione Marche che, tramite l’Assessorato all’Agricoltura, organizzerà una serie di convegni e seminari dedicati all’attuazione del Piano di Sviluppo Rurale.

In calendario, anche i laboratori “Cucina la tua oliva”, per insegnare ai bambini a riconoscere e preparare le famose olive all’ascolana, riempite con impasto di carne e fritte in olio bollente.

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)