MALTIGNANO – Sono un ascolano di 26 anni e un 24enne albanese i due protagonisti della vicenda incresciosa avvenuta nella tarda serata del 16 aprile a Caselle di Maltignano, davanti al Bar Enjoy.

A quanto riportato dall’Ansa, i due sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di minaccia aggravata dall’uso di arma da fuoco, una pistola scacciacani con proiettili a salve nei confronti del gestore del bar.

Tutto è cominciato alle 22.30 quando il 26enne ha rivolto pesanti apprezzamenti ad una ragazza che si trovava nel locale. Il barista lo ha invitato ad allontanarsi ma è stato minacciato.

Il ragazzo è tornato indietro di lì a poco con la propria auto, in compagnia dell’albanese. Ha esploso alcuni colpi in aria davanti alla porta del bar e si è dato alla fuga in auto, inseguito dall’auto del barista, con cui poi si è scontrato.

L’ascolano è stato arrestato subito. L’albanese ha tentato la fuga a piedi, dopo aver gettato la pistola in un campo, ma è stato preso. Entrambi sono agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.190 volte, 1 oggi)