ASCOLI PICENO -Andrea Camplone, allenatore Bari: “Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. L’Ascoli è una squadra in salute e abbiamo sfruttato le nostre occasioni. Siamo stati fortunati, ma la partita è stata maschia. Abbiamo sofferto come è giusto che fosse. L’Ascoli è squadra fisica, Micai non ha fatto molti interventi. Adesso pensiamo al Modena. Per noi sarà importante recuperare le forze. Oggi siamo stati bravi noi a non concedere niente, ma si potrà salvare senza problemi. Dopo il gol la gara si è innervosita”.

Devis Mangia: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto dal punto di vista tecnico. Nella ripresa abbiamo fatto una partita importante, con un paio di ripartenze molto buone. Il risultato non rispecchia la partita. Il pari era giusto, Dobbiamo curare certi dettagli, perchè siamo sempre finiti in inferiorità numerica perchè sennò paghi caro gli errori. Non abbiamo una rosa così ampia per permetterci di fare rotazioni. Su Petagna, bisognerebbe provocare le provocazioni. Giorgi sta lavorando per risolvere il problema che ha, ma non sono in grado di sapere quando tonerà. Servivano due centrocampisti centrali per frenare Rosina e Sansone. Abbiamo giocato spesso nella loro metà campo, dobbiamo sfruttare meglio i tanti cross. Stiamo uniti e compatti perchè dovremo essere bravi a tenere botta fino alla fine per rimanere fuori dalla mischia. Non siamo stati fortunati oggi. Capire chi abbiamo disponibili nella prossima gara. Avellino e Ternana non possono stare tranquillli nemmeno loro. Sull’arbitraggio, non è il problema dello stile, ma ci vuole omogeneità per trasferire ai giocatori un certo atteggiamento. Non abbiamo comunque capito certe decisioni.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)