SPINETOLI – Per il Sindaco di Spinetoli Alessandro Luciani l’opposizione non dice la verità e tutti i nodi verranno al pettine. “Non il Bilancio – sottolinea il Primo cittadino –  ma i Bilanci, che sono quello consuntivo e e quello preventivo, sono pronti manca solo l’elaborazione degli allegati, i quali sempre di più mettono in difficoltà l’operato dei dipendenti. Ed è per questo che lo Stato centrale sta facendo del tutto per cercare di far aggregare i Comuni più piccoli. Ma forse Costantini non se ne è accorto”.

Luciani glissa le polemiche strumentali dichiarando che la maggioranza è al lavoro per un bilancio comunale “ricco e sostanzioso sui contenuti e strutturato sui diversi argomenti e progetti, considerato un avanzo di 2 milioni di euro. D’altro canto poi l’opposizione, a tutt’oggi, non ha ancora presentato nessun progetto né emendamento credibili.

“La civica Pagnoni – affonda però Luciani –  sembra essere costituita da personaggi che cercano più la distruzione del territorio, forse perché tutti i soggetti coinvolti vivono in altri territori, creando allarmismi che di volta in volta sono smentiti dai fatti”.

Tornando al Bilancio, l’opposizione sembrerebbe non conoscere i tempi che occorrono alla sua approvazione visto che la maggioranza i documenti li ha consegnati sempre in tempo. “Nell’ultimo Consiglio comunale – continua Luciani –  abbiamo presentato anche  e-mail ufficiali a riprova della tempistica rispettata”.

La  Lista civica Pagnoni di fatti continua ad impiegare il suo tempo ad analizzare ciò che non è stato fatto, dimenticando che alcuni punti del Programma per il 2015  non si sono potuti realizzare a causa dei vincoli sempre più stringenti che i piccoli comuni devono rispettare.

Se l’Amministrazione comunale ha deciso di intervenire –  per il bene di tutti i cittadini e per una maggiore trasparenza dei conti – effettuando un’analisi completa dei numeri dell’Ufficio Tributi,  l’opposizione ha invece chiesto sì un accesso agli atti dei morosi di Spinetoli, senza però ritirare i documenti che l’ufficio ha preparato per loro. “Forse non sono più interessati?”, si chiede il Sindaco.

“Un’opposizione seria oltre a chiedere documenti dovrebbe anche argomentare e confrontarsi. Nel rispondere al solito Costantini, penso al caso Ortenzi – conclude Luciani – il quale mi dispiace, ma è stato più volte invitato a risolvere i suoi problemi legati alla sfera imprenditoriali e personali che nulla c’entrano con l’alleanza con l’Udc. E su questo punto concordo con la risposta che Luciano Agostini ha dato ad Amedeo Ciccanti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)