ASCOLI PICENO – A conclusione degli accertamenti condotti dalla Polizia di Stato, il Questore di Ascoli Piceno Mario della Cioppa ha adottato due provvedimenti di divieto ai luoghi dove si svolgono le manifestazioni sportive (Daspo) della durata di un anno nei confronti di due tifosi  baresi (un 36enne e un 26enne) trovati in possesso durante le operazioni di prefiltraggio predisposte durante l’incontro di calcio Ascoli Picchio – Bari di cinque fumogeni mentre si accingevano ad effettuare l’ingresso in curva Nord.

Come noto a seguito delle recenti direttive del Capo della Polizia emanate sulle manifestazioni sportive  anche in relazione ai noti episodi a carattere internazionale, i controlli ad opera degli steward negli impianti sportivi sono stati significativamente intensificati con il concorso delle Forze dell’ Ordine e saranno reiterati per tutto il campionato in occasione delle partite casalinghe della compagine locale.

I due tifosi pugliesi sono stati inoltre denunciati presso la Procura di Ascoli Piceno dovendo rispondere della violazione dell’art.6 della legge 401/1989 che vieta appunto il possesso di artifizi pirotecnici oggetti atti ad offendere e materiale imbrattante nei luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive.

La pena prevista è la reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da mille a 5 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 518 volte, 1 oggi)