Nel video il sindaco Ruggieri spiega perché non permetterà di registrare i prossimi consigli comunali di Castel di Lama. Secondo lui…

CASTEL DI LAMA – Che dire? Probabilmente il sindaco di Castel di Lama confonde il suo ruolo di primo cittadino con quello di un Sire medioevale. Ritiene che il suo ruolo sia, oltre che quello di governare, anche quello di decidere cosa i cittadini di Castel di Lama debbano o non debbano sapere. O vedere. O ascoltare.

Con la sua comunicazione del 28 aprile, in cui ha comunicato a PicenoOggi.it il divieto di diffondere le immagini del consiglio comunale del 29 aprile, Ruggieri ha tentato di spostare le lancette dell’orologio della sua città di qualche decennio, diremmo di un secolo e forse più.

Per evitare polemiche sul momento e per amore della civile convivenza, abbiamo evitato di discutere mentre il consiglio comunale aveva inizio. Tuttavia, oltre ad allertare l’Ordine dei Giornalisti e il Prefetto della Provincia di Ascoli Piceno, Francesco Ruggieri, i consiglieri comunali di Castel di Lama e i cittadini lamensi sappiano che al prossimo consiglio comunale di Castel di Lama saremo sicuramente presenti. 

Accettare diktat alla Kim Jong-un sarebbe una resa troppo grave della libertà della stampa, che discende direttamente dall’articolo 21 della Costituzione (non ci risulta l’abbiano abolito). Tra l’altro a pochi chilometri di distanza diversi comuni piceni mandano on line la diretta dei consigli comunali. Siamo nel 2016, ricordiamolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.345 volte, 1 oggi)