ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte del vicepresidente della Start Davide Straccia.

“Le inattese dimissioni dalla carica di Presidente e di Consigliere di Amministrazione della Start S.p.A. del Notaio Dott. Pietro Caserta, apprese soltanto con il mezzo della posta elettronica certificata nel pomeriggio del 10 maggio e senza alcun accenno né avvisaglia di sorta, non possono che destare sorpresa, attesa la significativa ed incessante attività di ristrutturazione, risanamento e rilancio che, come messo sempre in evidenza dallo stesso Dott. Caserta, ha caratterizzato sin dal suo insediamento la vita del nuovo C.d.A.. Non ci si può esimere dal rammentare che le tante ed importanti deliberazioni del C.d.A. sono state sostenute ed espresse, in ogni circostanza e senza mai alcuna eccezione, dall’unanimità dei suoi componenti.

E ciò è tanto più rilevante in vista della ormai imminente definizione sia della vicenda inerente l’approvazione del bilancio di esercizio 2015 – che ha impegnato duramente la struttura interna e l’apparato di consulenza professionale – che della questione concernente il trasporto per Roma in ogni suo aspetto. Da cui la sostanziale e lapalissiana carenza di ragioni ascrivibili al C.d.A. per le dimissioni del Dott. Caserta, di cui in ogni caso e non senza rammarico, non può che prendersi atto non senza aver rimarcato lo stupore per essere le stesse intervenute in un momento così delicato per la vita aziendale dovendosi assumere decisioni di fondamentale importanza. Il C.d.A. in carica continuerà nell’opera intrapresa, rafforzandola, con assoluta determinazione, lasciandosi guidare dall’unica bussola dell’interesse della società e, quindi dei soci, interesse volto a garantire un servizio pubblico sempre più efficiente nel rispetto dei principi di legalità, trasparenza e sana attività di governance, tanto più imprescindibili nell’ambito delle imprese finanziate da capitale pubblico.

L’attività di amministrazione proseguirà con gli adempimenti di legge senza soluzione di continuità nella gestione societaria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 399 volte, 1 oggi)