ASCOLI PICENO – A seguito della pubblicazione del D.P.C.M. 24 dicembre 2015, avvenuta in data 12.02.2016, l’Inps, con la circolare n. 70 del 29.04.2016, ha fornito le istruzioni operative per la gestione del bonus quarto figlio che consiste, come noto, in un beneficio riconosciuto per il solo anno 2015 a favore deinuclei familiari con un numero di figli minorenni pari o superiore a quattro e con un valore ISEE non superiore a 8.500 euro l’anno.

Come statuito dall’articolo 2, comma 2, del citato D.P.C.M., non è prevista per il pagamento del beneficio in oggetto del bonus quarto figlio in oggetto un’apposita domanda, dal momento che l’Istituto utilizza in automatico la domanda già presentata dagli utenti per la concessione dell’assegno per itre figli minori di cui articolo 65 della legge n. 448 del 1998.

II pagamento del beneficio avviene, come noto, con modalità centralizzata e secondo quanto previsto per l’assegno per i tre figli minori in due semestralità, luglio e dicembre.

AI fine di consentire all’Istituto di assicurare agli aventi diritto di ottenere l’erogazione della prima tranche del bonus IV figlio in corrispondenza della prima data di accredito utile, luglio 2016, si richiama quanto già indicato al par. 1 della citata circolare n. 70.

E importante, infatti, che gli Uffici comunali completino, entro il prossimo 31 maggio, l’inserimento nella procedura prestazioni sociali delle richieste di pagamento relative alle domande di cui al citato articolo 65, già presentate dagli utenti per l’annualità 2015 ed eventualmente non ancora inserite.

Infatti, qualora dette domande non fossero inserite dai Comuni entro il prossimo 31 maggio, i pagamenti del bonus quarto figlio subiranno il conseguente ritardo tecnico, essendo possibile l’erogazione da parte dell’INPS solo nel mese di dicembre dell’anno in corso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)