ASCOLI PICENO – Il Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Ascoli Piceno, dopo una serie di appostamenti, ha sorpreso alcuni cercatori di tartufo estivo (Tuber aestivum) che in periodo di divieto e con mezzi illeciti (una zappa) stavano zappando in un’area particolarmente vocata per la produzione naturale del pregiato tubero.

A quanto riportato dall’Ansa, i cercatori operavano senza cani dissodando il terreno con una zappa in precisi punti e raccogliendo i tartufi. Sequestrati circa 2 chili di tartufo estivo e la zappa illecitamente utilizzata.

Accertati illeciti amministrativi per 1600 euro complessivi.

Sempre a quanto riportato dall’Ansa, nonostante l’attività di vigilanza l’area nei pressi di Colle San Marco ad Ascoli è stata più volte sottoposta a prelievi illeciti ed invasivi per la preziosa simbiosi micorrizica (pianta-fungo) interessando complessivamente migliaia di metri quadri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 459 volte, 1 oggi)