ASCOLI PICENO – L’Amministratore Unico Cardinaletti aveva detto a proposito di Cacia:”E’  un elemento fondamentale e vogliamo costruire la squadra attorno a lui. Abbiamo già un’intesa di massima per il prolungamento del contratto. Sono fiducioso per la sua permanenza”.

L’intesa per la permanenza in bianconero del bomber calabrese pare sia arrivata oggi, si attendono notizie ufficiali circa l’accordo anche se ancora non ci sono voci concrete. Si è scatenata una vera e propria caccia a Cacia, sia in serie  B che il Lega Pro, il centravanti che ad agosto compirà 33 anni, in questa stagione ha siglato ben 17 reti trascinando l’Ascoli alla salvezza e sarà al centro del progetto bianconero, leader non si è mai voluto definire ma allo steso tempo è diventato un punto di riferimento per la squadra. Aveva espresso più volte la volontà di aver attorno una squadra competitiva, l’attacco dell’Ascoli non può prescindere da un bomber di categoria come Cacia un vero e proprio lusso per la serie B.

Sul mercato la società sembra interessata a Lorenzo Rosseti, attaccante di proprietà della Juventus e che nella scorsa stagione ha militato con il Cesena, secondo quanto riportato da GianlucaDiMarzio.com sull’attaccante classe 1994 ci sarebbe anche il Lugano, serie A svizzera.

Ha esordito in serie B nel Siena nel 2013 a 19 anni,  6 gol in 27 presenze, poi una rottura del crociato l’ha tenuto lontano dai campi. Dopo il fallimento della società toscana passa alla Juventus, che lo gira all’Atalanta in prestito dove fa il suo esordio in serie A, poi nel 2015 passa al Cesena in B. La Spal in vece è la concorrente numero uno per Mirco Antenucci che supera così Ascoli e Verona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 296 volte, 1 oggi)