ASCOLI PICENO – Con un comunicato, il Movimento 5 Stelle Ascoli Piceno esprime la propria opinione circa il piano provinciale  elaborato dalle società Picenambiente e Ascoli Servizi Comunali.

“Il Sindaco Guido Castelli, da quanto emerge dagli organi di stampa, legittima la proposta del piano provinciale di massima elaborato dalle società Picenambiente e Ascoli Servizi Comunali e lo giudica un atto dovuto in considerazione della inerzia dell’ATA.

Ci meraviglia che il Sindaco non tenga presente che la proposta è stata elaborata da soggetti pubblico-privati che da anni sono concessionari dei servizi con le relative incombenze operative, e che, ad oggi, le loro pregresse proposte progettuali non hanno portato a valorizzare la raccolta differenziata e non hanno di fatto razionalizzato i sistemi di trattamento e/o di recupero dei rifiuti. Un po’ di senso critico non guasterebbe.

Il Movimento 5 Stelle ha invitato il Sindaco Castelli alla riunione dell’osservatorio “verso rifiuti zero” per valutare insieme le proposte ed affrontare in modo propositivo il tema della programmazione provinciale. Considerata la sua assenza si rinnova l’invito ad un incontro pubblico nel quale valutare l’opportunità delle scelte da effettuare, anche in considerazione dell’evidente aumento della TARI.

Ci auguriamo inoltre che il Sindaco solleciti la società Ascoli Servizi Comunali a consegnare i documenti richiesti dal M5S, necessari per una più precisa e seria valutazione tecnica degli impianti situati a Relluce, oggetto di una recente nostra visita, e sulla cui gestione avanziamo più di un dubbio, nonostante le parole rassicuranti del nuovo presidente alla stampa.

Al momento la società, il cui 60% è di proprietà comunale, con varie giustificazioni ha rifiutato di dar seguito all’accesso agli atti dei nostri portavoce in Consiglio Comunale. Aldilà del contrasto con le norme che garantiscono ai consiglieri l’accesso alle informazioni delle società partecipate, l’atteggiamento di per sé non ci tranquillizza.

Il Movimento 5 Stelle auspica che il Sindaco Castelli si muova secondo i principi della trasparenza, della partecipazione e della condivisione più ampia possibile al fine di garantire la tutela dell’ambiente, della salute e degli interessi della collettività su una questione estremamente delicata e anche economicamente rilevante, che riguarda il presente e il futuro di tutti i Cittadini. ”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 114 volte, 1 oggi)