LA SPEZIA –Importante notizia che coinvolge il Piceno. A quanto riportato dall’Ansa, negli ultimi giorni, gli uomini dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e i carabinieri del Nas hanno intercettato nel porto de La Spezia e posto sotto sequestro 32.500 peluche provenienti dalla Cina e con falso marco Ce ritenuti pericolosi per i bambini a causa di una consistente e continua perdita di peli, potenziale causa di seri problemi per la salute qualora ingeriti, aspirati messi a contatto con le mucose oculari.

Nella nota diramata dall’Ansa si legge che a decretare la pericolosità dei giocattoli gli esami a cui sono stati sottoposti da un laboratorio specializzato dell’Istituto superiore per la Sanità. Il carico di peluche, del valore di mercato di 160 mila euro, è stato sequestrato nella ditta dell’importatore italiano di Ascoli Piceno che lo aveva acquistato.

L’imprenditore, a quanto si legge nell’Ansa, è stato denunciato per falso ideologico, violazione del codice del consumo e della normativa per la sicurezza dei giocattoli ed è stata avviata anche la procedura di allerta comunitaria con l’invio di una segnalazione al ministero della Salute che informerà gli altri Stati membri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.428 volte, 1 oggi)