ASCOLI PICENO – Nella mattinata del 22 luglio trecentosessantotto soldati, frequentatori del corso basico per Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 2° Bando 2016, hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana nella Caserma “Emidio Clementi”, sede del 235° Reggimento “Piceno”. Al cospetto della Bandiera di Guerra del Reggimento, decorata di Croce dell’Ordine Militare d’Italia e di Medaglia d’Argento al Valor Militare e alla presenza del Comandante del Centro Addestramento Volontari di Capua, Generale di Brigata Giuseppe Faraglia, delle massime autorità militari, civili e religiose della Regione Marche, i Volontari hanno gridato “Lo Giuro !”, sulle note dell’Inno di Mameli, con l’accompagnamento della Banda militare della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”.

Nel corso del suo intervento  il Colonnello Marco Zona, Comandante del 235° Reggimento “Piceno”, rivolgendosi direttamente ai soldati ha detto “con il giuramento riconoscerete consapevolmente la grande responsabilità di indossare la divisa e l’identità militare che essa racchiude, intesa quale status etico e giuridico nel quale confluiscono le regole codificate dei principi militari fondamentali e della disciplina militare”. Ed inoltre “sacrificio, fatica ed il culto della forma fisica sono parte integrante del nostro addestramento quotidiano e devono costituire il tratto distintivo di ogni soldato che unito a disciplina, motivazione e professionalità rappresentano gli unici strumenti per preparare il corpo e la mente a sostenere le condizioni di disagio che un vero soldato è chiamato a fronteggiare quotidianamente”.

Il Generale di Brigata Giuseppe Faraglia, nel suo intervento, ha sottolineato che “il giuramento è un gesto importante e fondamentale, che non deve diventare consuetudine, ma scelta cosciente di assumere responsabilità, impegno e onore come individui, come cittadini e come soldati”. Ed ha concluso dicendo “vi auguro di poter trovare gli ideali che cercate, di vivere le aspettative che inseguite, di raccogliere gli insegnamenti che possiamo offrirvi e di farne tesoro per la vostra vita di uomini e donne, di cittadini e di soldati”. Al termine della cerimonia alcuni paracadutisti del Quinto Gruppo regionale, a cui è associata la locale Sezione dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, sono atterrati nella Piazza d’Armi del 235° Reggimento “Piceno” lanciandosi da un’altezza di circa 2000 metri con la tecnica della caduta libera, riscuotendo grande ammirazione da parte del  numeroso pubblico presente e  ricevendo il plauso del Generale Faraglia e del Colonnello Zona, entrambi appartenenti alla specialità dei baschi amaranto.

I Volontari in Ferma Prefissata del 2° bando 2016, acquisito formalmente lo status di soldato, permarranno nella Città delle Cento Torri fino al prossimo 8 settembre  per completare il corso previsto per la formazione di base. 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)