Il rinnovo del bomber bianconero è stato attesissimo dai tifosi. L’Attaccante calabrese oltre ad essere uno dei migliori della categoria, il capocannoniere più prolifico in attività della serie B con 119 reti, è anche stato l’uomo salvezza con i suoi 17 gol nella scorsa stagione. Arrivato ad Ascoli sognando ancora di giocare in A con il Bologna è diventato piano piano idolo della tifoseria che da sempre vuole giocatori affamati e pronti a dare tutto per la maglia del picchio. Ad inizio stagione veniva criticato da molti per “non essere uno che mangia l’erba”, ma Cacia ha sempre detto di essere uno che fa i gol, un bomber e non un leader, un realizzatore ma non un lottatore. Si è calato perfettamente nella mentalità bianconera ed ha conquistato la città.

Avere Daniele Cacia significa per l’Ascoli essere più competitiva nella lotta salvezza e anche per ambire a qualcosa di più è essenziale avere davanti uno come lui. Avere Daniele Cacia è importante per essere competitivi con le dirette concorrenti. Quasi tutte le 22 squadre di B hanno un giocatore top escludendo la super formazione del Verona che in attacco vanta la coppia Pazzini – Ganz, il Bari va avanti con Maniero e De Luca, l’Avellino con Mokulu, il Brescia col solito Caracciolo, il Cesena con Djuric e Ciano, il Frosinone si affiderà a Ciofani, il Latina a Corvia, il Novara a Sansone, il Perugia a Bianchi, La Salernitana a Coda e Donnarumma aspettando Calaiò, il Trapani a Citro e la Spal ad una vecchia conoscenza del Picchio Mirko Antenucci. E allora tutti i tifosi si augurano che le parole del bomber bianconero diventino realtà.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)