ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, dal gruppo Lega Nord della Regione Marche.

Il caso dell’uomo che vive accanto al cimitero di Ascoli in una roulotte da due mesi è portato alla ribalta dal Gruppo Lega Nord della Regione Marche. Sulla vicenda interviene direttamente la Vicepresidente Malaigia la quale invita i servizi sociali comunali a fare uno sforzo maggiore, poichè non si può lasciare un nostro concittadino privo di acqua corrente, luce e, per l’inverno, riscaldamento oltre che, ovviamente, senza un tetto.

Il caso, sollevato dalla coordinatrice della Lega Nord di Ascoli, Francesca Papitto, riguarda questo uomo, disoccupato da due anni, che non ce la fa più a sostenersi, tanto che ha perso tutto, eppure è dal 1977 che lavorava ed ora rimane senza alcun sostegno da parte delle Istituzioni. I fondi per il sociale la Regione in parte li ha stanziati, ai comuni qualcosa è arrivato e queste sono emergenze che vanno gestite immediatamente.

Quello che stride è vedere inoltre case dell’Erp, l’edilizia popolare, chiuse e non assegnate, con tempi di consegna e formazione graduatorie sempre troppo lunghi rispetto ai problemi reali, prosegue la Lega Nord regionale: ogni giorno sentiamo parlare di profughi e di sostegno agli immigrati ma ci si dimentica di chi è italiano e che ha costruito nei decenni la nostra società ed ora è costretto alla povertà.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 830 volte, 1 oggi)