ASCOLI PICENO – È stato siglato uno schema d’intesa tra regione e province sulle funzioni di vigilanza su caccia e pesca nelle acque interne.

L’intesa sarà valida per tre anni, e la Regione corrisponderà alle Province l’intero costo del personale delle unità di Polizia provinciale in base al rendiconto del 2015, mentre il costo per la gestione del servizio sarà compensato dagli introiti diretti, così come stabilito con legge regionale n.18/2016, a titolo di sanzioni amministrative in materia di caccia e pesca.

La Polizia provinciale si occuperà di tutela e recupero della fauna, vigilanza, prevenzione, accertamento, controllo, repressione degli illeciti amministrativi in materia di caccia e pesca, compresa la conservazione, riconsegna o distruzione dei beni sequestrati o confiscati.

Il programma operativo, che sarà stabilito annualmente d’intesa tra la regione e le province, conterrà inoltre il dettaglio delle attività di vigilanza relative alla caccia e alla pesca nelle acque interne riallocate presso le Province.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)