ASCOLI PICENO – E’ stata prorogata, fino al 15 settembre, l’erogazione gratuita dell’acqua che potrà essere attinta nelle casette situate a Monticelli e Piazza Immacolata. Quindi due settimane in più rispetto al termine fissato in precedenza (30 agosto), dopodiché partirà la distribuzione delle tessere negli esercizi commerciali convenzionati che permetterà l’acquisto a prezzi agevolati (2 centesimi al litro).

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra il Comune ed il Bim Tronto, mira a ridurre il più possibile la produzione di rifiuti, in particolare di bottiglie di plastica in pet, con il conseguente risultato di alleggerire i carichi destinati nelle discariche.

Le case dell’acqua nascono nell’ambito di una strategia diretta alla produzione di zero rifiuti che fa il paio con un’altra grande rivoluzione: quella che prenderà le mosse anche nelle periferie, entro l’anno 2016, con l’estendimento in tutte le case degli ascolani del sistema di raccolta porta a porta.

I cittadini avranno quindi a disposizione acqua di grande qualità secondo sistemi che ne certificano la perfetta salubrità. Dal 15 settembre, dunque, si potrà attingere acqua dalle “casette” attraverso una tesserina che avrà un costo annuale di 30 euro. Fino a quella data l’erogazione dell’acqua sarà gratuita grazie al contributo della piceno Gas Vendita.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 83 volte, 1 oggi)