ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte dell’operatore commerciale Francesco Costantini.

Dopo i quattro mercati che abbiamo fatto in viale Kennedy è doveroso esprimere un giudizio in merito. Innanzitutto dobbiamo ringraziare le centinaia di persone che hanno condiviso i nostri appelli pubblicati su Facebook che davano informazioni sul temporaneo evento, ovviamente ringraziamo anche le persone che sono venute a trovarci (non sono state poche, la maggior parte ha confessato che non vengono più al mercato del centro per il caro parcheggi ormai insostenibile). La nostra soddisfazione, quindi, è a metà: lo spostamento non potrà ripetersi in quell’area. Perché c’è già un mercato esistente e perché il centro ha sempre avuto il suo mercato e dovrà continuare ad averlo.

Se si vuole mantenere in vita sia il mercato del centro sia l’afflusso di persone, l’amministrazione di Ascoli deve adoperarsi  a raggiungere un accordo con la Saba per rivedere il costo del parcheggio (uno dei più alti d’Italia) e poi trovare un patto con noi operatori affinché il mercato si svolga in pianta stabile senza spostamenti continui per dare spazi ad eventi “mordi e fuggi”. Le ipotesi di trasferire il mercato nelle vie e piazze restaurate di recente non sono buone per noi (strette e di non facile accessibilità con i nostri mezzi). Potrebbero essere invece ottime per le manifestazioni temporanee che generalmente montano gazebo, buona opportunità per far conoscere altri luoghi meravigliosi di Ascoli, non solo piazza del Popolo e piazza Arringo.

Il mercato del centro di Ascoli deve, comunque, rimanere in piazza Arringo: ce lo chiede la gente.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)