ARQUATA DEL TRONTO – Il sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci, ha rilasciato dichiarazioni importanti all’Ansa.

”Ho 13 frazioni, di cui tre rase al suolo, ma i lavori della ricostruzione post terremoto del 1997 non c’entrano. Non nutro dubbi, e non ho chiesto accertamenti su questo – ha affermato il primo cittadino all’Ansa – le case ricostruite dopo il sisma di 19 anni fa hanno tenuto, anche se sono lesionate”.

Il sindaco della cittadina ascolana ha, infine, affermato all’Ansa il suo pensiero inerente all’inchiesta aperta dalla Procura di Ascoli: “Non muovo accuse a nessuno, la mia vera preoccupazione è che Arquata non venga abbandonata nei prossimi mesi e anni”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)