ARQUATA DEL TRONTO – Un incontro operativo per affrontare le fasi cruciali della post emergenza si è svolto nella mattinata del 30 agosto al COM di Arquata del Tronto con il direttore della Protezione Civile Fabrizio Curcio, la direttrice delle emergenze Maria Costanza Postiglione e il sindaco di Arquata. La tempestività dell’incontro è data dalla necessità di approntare le scelte per la sistemazione della popolazione che non potrà restare che per poco tempo nelle tende date le basse temperature notturne.

“Intento del Dipartimento è condividere sia gli obiettivi che le scelte con i sindaci delle città colpite dal sisma – ha affermato Curcio -. Il sindaco di Arquata ha apprezzato la disponibilità della Protezione Civile ad accogliere le istanze dei sindaci, pertanto avvierà immediatamente la ricognizione delle volontà e delle necessità dei propri cittadini per fornire gli elenchi di coloro che sono rimasti senza casa. Se si sistemeranno autonomamente riceveranno il contributo di 600 euro per nucleo familiare oppure potranno optare per altre tipologie di alloggio”. ”Stiamo monitorando – ha spiegato il direttore della Protezione Civile delle Marche Cesare Spuri – quante persone dormono nei campi allestiti dalla Protezione Civile per determinare le reali necessità di alloggio e stiamo valutando, insieme alla Protezione civile nazionale, le soluzioni più adeguate per permettere, alle persone che le utilizzeranno, di affrontare l’inverno in modo confortevole”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 123 volte, 1 oggi)