ASCOLI PICENO – Continua l’impiego dei droni a supporto dell’attività dei Vigili del fuoco.

Dall’inizio dell’emergenza i SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) del Corpo hanno effettuato circa 9 ore di volo, con circa 40 sortite, per acquisizione di immagini e video.

Per l’attività dei Vigili del fuoco vengono impiegati SAPR ad ala fissa, per la realizzazione di aeromappature e realizzazione di costruzioni 3D del territorio e SAPR ad ala rotante per attività di documentazione durante operazioni di soccorso e per la realizzazione di documentazione panoramica dei luoghi colpiti dal sisma.

I SAPR ad ala rotante sono utilizzati inoltre a supporto delle squadre operative impegnate in attività di ricerca in edifici pericolanti, a salvaguardia della sicurezza del personale, e per verifiche puntuali in contesti pericolosi o a elevato sviluppo verticale.

Le attività sono gestite dall’Ufficio Coordinamento Soccorso Aereo della Direzione Centrale per l’Emergenza e il Soccorso Tecnico.

Gli SAPR vengono utilizzati in collaborazione con i Nuclei TAS (Topografia applicata al soccorso) e operano con il supporto dei Reparti Volo di Venezia e Pescara, che assicurano il coordinamento aeronautico per l’utilizzo dello spazio aereo garantendo inoltre il rapido dispiegamento degli operatori e mezzi SAPR sui diversi scenari di intervento.

Le immagini realizzate vengono gestite dai Centri Documentazione Video e trasmesse al Centro Operativo Nazionale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 155 volte, 1 oggi)