ARQUATA DEL TRONTO – La Sindone di Arquata è stata recuperata dalla chiesa pericolante di San Francesco, ad alto rischio di crollo, con un complesso intervento dei Vigili del Fuoco, dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio e dei tecnici del Mibact.

A quanto riportato dall’Ansa, all’operazione ha assistito la direttrice del Segretariato regionale del Mibact per le Marche, Giorgia Muratori. La Sindone, una copia del sacro lino molto venerata da queste parti, sarà trasferita, scortata dai carabinieri, nella cattedrale di Ascoli Piceno dedicata a Sant’Emidio, protettore dei terremotati, dove alle 19 il vescovo, mons. Giovanni D’Ercole, celebrerà una messa in occasione degli otto giorni trascorsi dal sisma.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 419 volte, 1 oggi)