OFFIDA – A seguito del terremoto che ha colpito il territorio Piceno, la Regione Marche, dopo i sopralluoghi dei propri tecnici al plesso scolastico offidano in via Ciabattoni, ne ha rilevato l’assoluta affidabilità strutturale. Ciò nonostante l’Amministrazione comunale ha richiesto – sempre in accordo e attraverso i tecnici regionali – anche un ulteriore sopralluogo da parte del consorzio ReLius (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica), che opera per il dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

“È nostro dovere non lasciare assolutamente nulla al caso – ha sottolineato il Sindaco Valerio Lucciarini –  per permettere alle famiglie di mandare serenamente i propri figli a scuola, in condizioni di massima sicurezza. Nei prossimi giorni, quindi, la delegazione di professori universitari del ReLuis, eseguirà dei sopralluoghi e formalizzerà le proprie valutazioni”.

Si ricorda che il progetto di miglioramento sismico del plesso scolastico era stato programmato, finanziato e avviato durante la seconda Amministrazione D’Angelo; successivamente, nel primo mandato Lucciarini, fu fatto un ulteriore investimento per rafforzare ancor di più l’edificio.

Dopo il sopralluogo di due ore dei tecnici della Regione – che hanno verificato che i lavori di miglioramento sismico effettuati sono stati realizzati nel modo migliore possibile, che l’investimento è stato effettivamente utilizzato sulla struttura dell’immobile e che tutto ciò di fatto garantisce la totale sicurezza normativa necessaria – toccherà al ReLuis.

Il consorzio si propone come interlocutore scientifico dei vari Organi del Governo Nazionale, delle Regioni, Province, Comuni e di Istituti pubblici e privati al fine di conseguire concreti obiettivi in ordine alla valutazione e alla riduzione della vulnerabilità e del rischio sismico.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)