ASCOLI PICENO – Fin dalle prime ore del sisma è iniziato anche l’intervento della Lav a supporto del Corpo forestale dello Stato per soccorrere e accogliere i tanti animali rimasti randagi e spesso sofferenti dopo il terremoto che ha devastato il Reatino e l’Ascolano.

Sono impiegati due mezzi, di cui uno abilitato al trasporto animali, tre veterinari, un educatore cinofilo, tre operatori specializzati in cani, gatti e altri animali.La base operativa è fissata presso la Scuola del Corpo forestale di Cittaducale che accoglierà i numerosi animali in difficoltà e coordinerà tutti gli operatori che collaboreranno all’operazione.

Gli animali verranno curati, nutriti ed assistiti dal personale della Forestale e dell’Associazione, collaborando, così, a risovere uno dei problemi emersi nelle città terremotate aiutando anche questi animali, rimasti anch’essi feriti, persi, non ricongiunti, vaganti e randagi.

Nelle ore immediatamente successive al terremoto, infatti, sono stati numerosi gli appelli giunti alla Lav che si è prontamente mobilitata raccogliendo la disponibilità di volontari, professionisti e Istituzioni.

Lo scopo dell’iniziativa è portare gli aiuti necessari e le competenze tecniche al servizio delle famiglie, dei singoli e ai loro animali, assicurare il sostegno alla convivenza nei luoghi di ricovero diurno e notturno.

L’operazione continuerà anche per i prossimi mesi, superando la fase emergenziale, così come già sperimentato per il sisma de L’Aquila.

Le Autorità che coordinano i soccorsi hanno indicato che permane la necessità di generi alimentari e di attrezzature per gli animali che anche la LAV raccoglie insieme a trasportini di ogni misura, ciotole, pettorine, guinzagli, collari, lettiere e sabbia, gabbie-trappola, lettori microchip, recintini, farmaci nonché coperte in pile e omogeneizzati a uso umano di verdure e frutta, sia presso la propria sede nazionale di Roma in Viale Regina Margherita 177, che presso i punti-raccolta dei Comuni e le proprie sedi locali consultabili su www.lav.it/chi-siamo/le-nostre-sedi in collaborazione con altre associazioni umanitarie, animaliste e di Protezione Civile.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)