ASCOLI PICENO – Una campagna acquisti che non ha esaltato i tifosi, una squadra da rifare tassello per tassello e un difensore centrale chiesto da Aglietti che non è arrivato. L’ultimo giorno di mercato regala però un’arrivo che potrebbe rivelarsi una felice sorpresa, si tratta dell’attaccante della primavera della Juventus, Andrea Favilli, un cecchino sotto porta. Il giovane attaccante può giocare da prima punta ma anche come seconda punta.

Favilli si presenta così:”Lavoro sempre per giocare titolare ma non sono venuto qui per non fare niente ma per avere la fiducia del mister. Potrei anche giocare a fianco di Cacia, ma mi piace giocare negli spazi non mi piace stare fermo e sono anche rapido negli spazi.”

“E’ stata una trattativa lunga ma sono contento di essere qui. Fino all’ultimo l’Ascoli mi ha voluto, ed è motivo di orgoglio per me sposare la causa dell’Ascoli. Tutti mi hanno parlato bene della piazza. Nell’ultimo mese ho detto di voler venire qui e la società ha sempre voluto e questo è stato il momento decisivo per la mia decisione.Ho visto delle partite e so che questa è una piazza molto calda, ed è motivo,per dare rispetto a questa piazza.”

Ora in serie B un campionato lungo e difficile, dopo l’esperienza alla Juventus, coronata anche da una presenza in A contro il Frosinone:”L’esperienza alla Juve ti segna, ho avuto la fiducia di mister Allegri e posso imparare molto. Morata è un giocatore che mi piace e a cui mi ispiro. Il mio obiettivo era di giocare in serie B, una categoria dove il livello si è alzato molto. Molto dipende da me e dalla mia serietà.”

“Sono pronto a giocare da subito. Io e Francesco (Cassata) siamo amici da sempre  e ci conosciamo molto.  Ci sentivamo pronti ad affrontare un campionato del genere e abbiamo sempre saputo a cosa andavamo incontro e affronteremo subito il campionato. “

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 1 volte, 1 oggi)