L’AQUILA – Gesto importante di solidarietà da parte delle Fiamme Gialle. Saranno donati in beneficenza circa 10 mila capi d’abbigliamento già oggetto di sequestro a cura della Compagnia della Guardia di Finanza di Avezzano.

Trattasi di vestiario nuovo ed ancora confezionato negli imballi originali, recante marchi delle più note griffe nazionali ed estere, del tutto originali, oggetto di indagine in ragione della loro “dubbia provenienza”.

Gli accertamenti eseguiti, primariamente eseguiti con l’ausilio dei cartellini rinvenuti, hanno infatti consentito di attestare inequivocabilmente che trattasi di beni provenienti dalla perpetrazione di precedenti furti. Il Tribunale di Avezzano ha incaricato il Reparto operante di restituire gli articoli rinvenuti agli aventi diritto.

Questi, però, hanno espressamente manifestato la volontà di non procedere al loro ritiro, acconsentendo, per contro, ad un lodevole atto di beneficenza. Considerato il concomitante incalzare dei più recenti avvenimenti nazionali che hanno visto i cittadini delle vicine terre reatine e marchigiane coinvolti nel devastante sisma del 24 agosto, è stato comunemente deciso di destinare i beni in questione per soddisfare, con priorità, le loro necessità.

Ciò anche in considerazione del fatto che, già da alcuni giorni, alcuni di essi sono calorosamente accolti ed ospitati nella città di L’Aquila, con il determinante apporto della Croce Rossa abruzzese. L’atto contribuirà così a rafforzare il legame ideale tra le comunità appenniniche attraverso un piccolo ma significativo gesto di solidale e partecipata vicinanza.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)